Stop abbattimento dei pulcini maschi! Coop aderisce

0
Stop abbattimento del pulcini maschi. Coop aderisce

COOP aderisce all’appello lanciato al Governo da Animal Equality a favore dell’ovosessaggio per evitare l’abbattimento dei pulcini maschi e sottoscrive la dichiarazione di impegno pubblico.

Sono 300 milioni in tutta Europa e 40 milioni in Italia i pulcini che, ogni anno, vengono uccisi perché l’industria delle uova li considera solo come “scarti”.

A poche ore dalla nascita, infatti, gli operatori procedono al “sessaggio”, un’operazione che permette di stabilire il sesso dei pulcini.

Soltanto i pulcini femmina vengono selezionati – saranno future galline ovaiole – mentre i pulcini maschi sono del tutto inutili all’industria, in quanto non depongono uova, hanno una carne fibrosa e crescono troppo lentamente rispetto agli standard imposti dall’industria della carne.

I pulcini maschi, quindi, vengono brutalmente uccisi tramite tecniche di abbattimento estremamente crudeli: vengono soffocati vivi all’interno di sacchi, in una lenta agonia, oppure triturati vivi.

Per quanto le tecnologie “in-ovo sexing” non risolvano la condizione di sfruttamento delle galline nell’industria delle uova, sembrano davvero in grado di affrontare uno degli aspetti più oscuri e terribili di quest’industria, come testimoniato anche dalle investigazioni che ha svolto Animal Equality.

I rappresentanti dei cittadini non possono più rimanere a guardare senza opporsi a questa orribile mattanza: per questo, Animal Equality chiede al Governo italiano di prendere posizione contro la strage dei pulcini maschi, impegnandosi a favorire l’introduzione di tecnologie in grado di risparmiare la sofferenza a milioni di animali.

COOP aderisce all’appello lanciato al Governo da Animal Equality a favore dell’ovosessaggio per evitare l’abbattimento dei pulcini maschi e sottoscrive come richiesto dall’associazione la dichiarazione di impegno pubblico. Coop incoraggia lo sviluppo di tecnologie per il sessaggio degli embrioni in-ovo (in-ovo sexing) e si impegna ad adottare queste tecnologie innovative per tutte le uova della propria filiera non appena le tecnologie saranno commercialmente disponibili e applicabili. L’adesione di Coop è d’altronde conseguente all’impegno che caratterizza la catena di distribuzione sui temi del benessere animale e in particolare è assolutamente in linea con il progetto “Salviamo il pulcino maschio” lanciato più di un anno fa. Grazie a questo progetto, in soli 6 mesi, sono stati avviati all’allevamento circa 1 milione di pulcini maschi altrimenti destinati a una soppressione immediata. I pulcini maschi delle galline ovaiole infatti sono solo parzialmente destinati a diventare galletti o capponi, ma nella maggioranza dei casi, proprio perché considerati improduttivi, sono soppressi dopo la nascita.

“Quello di COOP è il primo impegno del genere in Italia – a cui ci auguriamo ne seguiranno molti altri – ma si tratta di un traguardo importante per milioni di pulcini maschi.” Dichiara Animal Equality.

Se non hai ancora firmato la petizione, per favore, fallo adesso: FIRMA ORA!

Direttrice didattica, professoressa di musica, maestra di danza e istruttrice di fitness presso Scuola di Danza Butterfly Giardini-Naxos (ME). Lauree AFAM Alta Formazione Artistica e Musicale in Didattica della Musica e dello Strumento I e II livello e in Discipline Musicali II livello indirizzo tecnologico presso Conservatorio di musica "A. Corelli" di Messina. Collaboratrice Redazione Sicilia e pubblicista Quotidiano ViviCentro. Ufficiale di gara presso Federazione Italiana Danza Sportiva - Diplomata Federazione Italiana Danza Sportiva - International Dance Association - Federazione Italiana Fitness - Liceo Linguistico Ferdinand De Saussure
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments