Degli adolescenti avrebbero mortalmente picchiato un pony

1
Si cerca il gruppo di adolescenti
È accaduto alla periferia di Dublino, il povero pony è stato trovato in condizioni già disperate. Si cerca il gruppo di adolescenti … L’Opinione …

È accaduto alla periferia di Dublino, il povero pony è stato trovato in condizioni già disperate. Si cerca il gruppo di adolescenti.

In Irlanda, nella zona di Dublino, un pony di 3 anni è stato trovato ferito da alcuni volontari di un’associazione per la difesa degli animali ed è morto poco dopo. Jenna, questo il suo nome, è stata vittima di un brutale pestaggio. E ora è caccia ai responsabili di tale orrore, forse un gruppetto di adolescenti.

Martina Kenny, cofondatrice di My Lovely Horse Rescue (MLHR), l’ente che ha reso pubblica la notizia, ha scoperto Jenna, il pony grigio di appena tre anni, massacrato e con ferite in tutto il corpo. Secondo una prima ricostruzione, a infliggere tale violenza sarebbe stato un gruppo di adolescenti, evidentemente abituati a non avere alcun rispetto per gli animali.

Sulla pagina Facebook dell’Ente, MLHR scrive “RIP Jenna. Mal di cuore per i volontari MLHR… c’è solo così tanto che possiamo sopportare! Jenna è stata camminata in una zona piena di ossa per morire. Jenna aveva noduli su tutto il corpo, il suo viso gonfia… Jenna è stata picchiata male! Jenna è morta nelle prime ore di questa mattina nella fattoria principale MLHR con persone intorno a lei di cui poteva fidarsi e sapeva che l’amava. Vogliamo che qualcuno sia considerato responsabile di questo. Gardaí stanno attraversando le telecamere a circuito chiuso. I testimoni si sono fatti avanti, hanno visto Jenna essere picchiata nelle ultime 2 settimane. Qualcuno ha video o foto? Vogliamo processi giudiziari, vogliamo giustizia… Questa innocente pony aveva solo 3 anni, non sapeva altro che crudeltà fino al suo ultimo giorno! Giustizia per Jenna!”.

Jenna era stata portata al MLHR con la speranza di essere salvata, ma per lei non c’è stato nulla da fare perché la situazione era molto grave. Il pony era stato avvistato ad Adamstown, vicino al Canal Grande, da un uomo che quel sabato sera ha subito mandato un messaggio alla MLHR per i soccorsi. I volontari hanno faticato molto a trovare l’animale poiché era buio e in un posto non troppo accessibile.

“Era debole, davvero molto debole. Aveva la testa bassa. La cosa folle era che il suo muso era gonfio, il suo corpo aveva grumi e protuberanze, non tagli ma grumi. Il veterinario ha detto che è stata picchiata con forza” ha spiegato Martina Kenny.

L’opinione.

La scienza moderna ci dice che non si nasce interiormente “mostri”, salvo patologie, ma lo si diventa sin da piccoli a seguito di una miscela: familiare, ambientale, formativa e culturale, alla quale oggi più che mai andrebbe pure aggiunto: mediatica e politica. Le nostre società prese dai soldi, dalla fretta, dal “prendere” sopra chiunque ed ogni cosa, nonché da certi distorti esempi a volte paradossalmente addirittura enfatizzati dall’Informazione, stanno di tutta evidenza tirando su e da anni, generazioni senza meta, scopi, amore e rispetto civile. Gli adolescenti di oggi tra alcuni anni saranno gli adulti di domani e molti di loro più cresciuti già lo sono, s’immagini quindi cosa potrebbe essere, così continuando, la società prossima. Sarebbe pertanto ora che gli “adulti” di oggi, ammesso che siano ancora in grado di farlo, a cominciare dai blasonati (sprezzanti) “piani alti” di tutte le espressioni politiche, istituzionali, giuridiche, professionali, confessionali, intellettuali e giornalistiche, ricomincino a parlarne con se stessi e tra di loro e poi con i giovani, ma senza retoriche, monologhi, ostentazioni e doppiezze, bensì rivedendo soprattutto i criteri, spesso anacronistici di quando il sole girava intorno alla Terra, con i quali si formano ancora i nostri ragazzi e ciò prima della soglia di non ritorno. Certi preludi sparsi infatti e purtroppo anche situazioni quotidiane, sembrano ormai anticipare una società: insensibile, scostante, opportunista, misantropa, cinica e prevaricatrice. Sicché mentre la cosiddetta trasversale classe pensante, per bene e di ogni estrazione, se la riflette e se la canta, i nostri ragazzi vengono espugnati, sotto gli occhi di chi può e vuole vedere, dal vuoto interiore ed esistenziale. E se c’è qualcosa che da sempre nel mondo degli umani ha fatto la differenza, sono le presenti o assenti civili motivazioni.

Iscriviti
Notificami
guest
1 Comment
Inline Feedbacks
View all comments
Giuseppe.
Giuseppe.
6 mesi fa

Un comportamento da criminali!